Pronto il 1° Rally Internazionale Storico della Costa Smeralda

La gara organizzata dall’ACI di Sassari si svolgerà il 19 e 20 ottobre.

Ci siamo, il conto alla rovescia è iniziato, tutto è pronto per il 1° Rally Internazionale Storico della Costa Smeralda in programma il 19 e 20 ottobre 2018. La manifestazione sarà un “remake” della celebre gara smeraldina e verrà organizzata dall’Automobil Club Sassari, con la partnership della Regione Sardegna, di Aci Storico, dell’Automobile Club d’Italia, del Comune di Arzachena, del Consorzio Costa Smeralda e della Marriott.

Il nostro obbiettivo – ha detto Giulio Pes di San Vittorio, Presidente dell’Automobil Club Sassari – è anzitutto quello di festeggiare al meglio i 40 anni di questa manifestazione, con le stesse macchine, gli stessi piloti e le stesse prove speciali che nel frattempo sono state asfaltate. Per la riuscita della gara ci stiamo avvalendo di tantissime sinergie sul territorio, e del prezioso contributo di tanti appassionati. Conservando la stessa filosofia di gara che aveva all’epoca il Costa Smeralda, prevediamo un congruo numero di iscritti. Abbiamo infatti in corso numerosi contatti, soprattutto francesi e spagnoli, a dimostrazione della caratura internazionale che avrà l’evento. Inoltre ad Alghero durante il mondiale nel parco assistenza abbiamo allestito uno stand promozionale della gara, dove era esposta una Lancia Stratos che ha ricevuto notevoli consensi”.

La base operativa della manifestazione sarà a Porto Cervo ed il via alle ostilità verrà dato con lo shakedown in programma la mattina di venerdì 19 ottobre a Baja Sardinia. “Abbiamo in pratica ricalcato il percorso di 40 anni fa inserendo le medesime prove speciali che hanno fatto la storia di questa gara – ha ricordato il responsabile del percorso Nicola Imperio –. In totale sono 10 le prove in programma, tutte su asfalto, che compongono il percorso di questa 1a edizione del Rally Internazionale Storico Costa Smeralda per un totale di 88,46 km cronometrati. Nella prima tappa si parte nel pomeriggio di venerdì 19 ottobre con due passaggi sul mitico crono dell’Isuledda e sulla prova di San Pasquale per un totale di 22,58 km cronometrati. Sabato 20 si prosegue poi con la seconda giornata con le speciali di Campovaglio, Aglientu e Luogosanto che verranno ripetute due volte dopo un riordino a Tempio per ulteriori 65,88 km cronometrati”.

2018-06-27T07:02:47+02:00